Un po’ di luce sulla contraffazione

Gestite un’azienda da tempo, ma non sapete come difendervi da un eventuale contraffazione del vostro prodotto?

Ciò che bisogna sapere è che questo fenomeno sta prendendo sempre più piede in questi ultimi anni e con lo sviluppo degli e-commerce è molto più semplice trovarsi davanti a dei prodotti contraffatti.

Scopriamo insieme in cosa consiste questo reato e in che modo ci tutela la legge.

Per prima cosa capiamo meglio quali diritti viola colui che decide di riprodurre il vostro prodotto.

La contraffazione corrisponde all’imitazione di un qualsiasi prodotto protetto da diritti della proprietà intellettuale, come:

  • il diritto al marchio, un segno distintivo che può essere rappresentato graficamente come uno slogan, un logo, un jingle, una parola ecc.;
  • il diritto sui disegni e modelli, si riferisce alla forma e agli aspetti esteriori e decorativi di un oggetto industriale o artigianale;
  • il brevetto d’invenzione, consiste in un un’innovazione tecnica, ovvero in un prodotto o un processo che fornisce una nuova soluzione a un determinato problema tecnico;
  • il diritto d’autore, include tutte le opere dell’ingegno con carattere di novità e originalità, in qualunque modo o forma di espressione (letteraria, musicale, grafica etc.).

Quanto appena detto dà a voi titolari un “monopolio giuridico” sul bene per un certo tempo e nello specifico: sino a 70 anni dal decesso del titolare per il diritto d’autore, 20 anni per i brevetti d’invenzione, 25 anni per disegni e modelli di utilità, 10 anni rinnovabili, senza limite, per i marchi.

Grazie a questo “monopolio giuridico” voi titolari avete, su tutti i vostri prodotti, un diritto d’uso esclusivo che vi consente di proteggerlo da ogni utilizzo illegittimo.

Detto questo, come si può agire contro chi se ne infischia?

Per difendervi, in caso di contraffazione del vostro bene, potreste:

  • per prima cosa dovreste inviare una lettera di intimazione al presunto contraffattore il quale viene così diffidato dal continuare l’attività illecita;
  • nel caso in cui l’attività illecita dovesse continuare, potreste agire in via giudiziale attraverso l’esercizio della cosiddetta “azione di contraffazione”. In questa sede sarà possibile richiedere un risarcimento danni e il sequestro dei beni contraffatti;
  • nel caso in cui vi sia contraffazione dolosa e sistematica si fa riferimento alla tutela giudiziale penale, la quale prevede multe, pene pecuniarie fino a 35.000 euro e addirittura fino a 4 anni di pena detentiva;
  • in determinati casi è possibile richiedere un intervento delle dogane, come l’opposizione al transito e alle attività di import/export e distruzione della merce.

Tutto questo è necessario per tutelare la vostra azienda da situazioni che potrebbero danneggiarla.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *